Oltre 2500 pazienti sono stati curati dal 2005 con farmaci a base di cannabinoidi in studi controllati



Negli ultimi cinque anni sono stati condotti 37 diversi studi clinici in diverse parti del mondo utilizzando farmaci a base di cannabinoidi. Questi i risultati di una rassegna pubblicata online su  Cannabinoids: The Journal of the International Association for Cannabinoid Medicines (IACM), associazione internazionale della quale l’Associazione Cannabis Terapeutica rappresenta la filiale italiana. 
I ricercatori dell’Università di Leida in Belgio e del nova-Institut in Germania hanno condotto una rassegna sistematica sui trial clinici riguardanti l’uso medico sia della cannabis fumata che dei cannabinoidi. Gli autori hanno identificato 37 studi controllati pubblicati dal 2005 ad agosto 2009, per un totale di 2563 pazienti. Dei 37 studi, undici hanno riguardato l’efficacia sul dolore neuropatico cronico, un dolore di difficile trattamento dovuto a danni del sistema nervoso. Altri studi hanno valutato l’efficacia dei cannabinoidi nella spasticità associata alla sclerosi multipla (nove studi);l’AIDS (quattro); il dolore sperimentale (quattro); la disfunzione intestinale (due); nausea/vomito/appetito (due); la schizofrenia (due); il glaucoma (uno); e “altre indicazioni” (due).
Gli Autori concludono:"Basandosi sui risultati clinici, I cannabinoidi presentano un potenziale terapeutico interessante soprattutto come analgesic nel dolore neuropatico cronico, come stimolanti l’appetito nelle malattie debilitanti (cancro e AIDS), così come nel trattamento della scalerosi multipla. 
Lo studio completo "Review of clinical studies with cannabis and cannabinoids 2005-2009," è disponibile online sul sito della International Association of Cannabinoid Medicines :segui

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate liberamente un commento, ma nel rispetto della buona educazione.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Rivoglio la mia Italia. Non sono consentiti: * messaggi non inerenti al post (pena,la rimozione del commento) * messaggi pubblicitari * messaggi con linguaggio offensivo * messaggi che contengono turpiloquio * messaggi con contenuto razzista o sessista * messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.) Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.